giovedì 27 settembre 2007

Grotta del Pidocchio 23.09.2007

Ci siamo incontrati alle 9.00 di fronte al teatro Zappalà, dove caricando come un trattore la mia 500 siamo partiti alla volta del più alto ed impervio dei monti presenti nel circondario… Monte Pellegrino!
Dopo aver incocciato circa 7000 fedeli appiedati diretti al santuario di Santa Rosalia, lottando contro la nostra impareggiabile fede, dopo due Pater Nostro ed una Ave Maria, siamo entrati al Pidocchio, grotta che ci ha dato qualche gratta-capo.
L’escursione è stata organizzata a titolo didattico e, pertanto, hanno armato Giorgia e Simona (nostra cara amica speleo del CAI Palermo) e disarmato Nemo e Capra.

Giunti quasi a 2/3 della grotta abbiamo saccheggiato la pasta al forno di Nemo, immancabile dato che era domenica; poi siamo scesi verso il fondo dove la CO2, della cui presenza ci siamo accorti quando abbiamo cominciato a vedere draghi blu, crotali e nidi a zoccolo di gnu, ci ha fatto scappare di corsa verso l’uscita.
Increduli di esserci salvati da quella trappola gassosa (non provocata da nessuno di noi) e mortale abbiamo finalmente rivisto la luce del sole e respirato ossigeno (il nostro caro e adorato smog).
Una volta usciti dalla grotta, grati a Santa Rosalia per averci salvato, siamo andati a rifocillarci (da bravi speleo non ci era bastata la pasta al forno) a Mondello con un bel gelato.
Partecipanti: Marco L.; Simona, Giorgina, Nemo e Capra.


Notizia di Marco L. e Giorgina.
Foto di Marco L.

2 commenti:

roberto ha detto...

Piccola nota, in questa grotta mi sn sbagnato il mio bel imbraghino nuovo, e quindi era la prima uscita con discenzore senza stop... e prima del primo pozzo il buon marco mi ha fatto cagare bene benino facendomi pentire di non aver preso quello con lo stop... però quando ero sulla corda è stato + divertente e + veloce.

mauro ha detto...

ottimo gelato ottima pasta al forno e ottimo speck!

Ho disarmato e non m'è caduta la vite! Non ci credevo!

FOrza Palermo!

Forza Petralia Sottana!