mercoledì 20 febbraio 2008

Don Petralia 16.02.08

Alla Don Petralia!
Grotta sempre scoperta dagli amici dello Speleo Club Ibleo, che grazie a questo scambio di dati, ci hanno dato la possibilità di gironzolare un pò sotto i gessi siciliani.

La grotta è vicinissima alla famosa Zubbia Camilleri, anche se da questa differisce molto come tipo di cavità e anche come direzione di sviluppo.
Iniamo l'escursione, con il solito ritardo di Nemo... che poi sarà il protagonista della giornata.
Per strada si fa pausa ad un bar dove c'è chi si rifornisce di cibo e che si svuota ...
Dopo esserci cambiati, inizia la caccia all'ingresso della grotta. Si scavicchia in una dolina vicino fino a trovare poi l'ingresso che presenta dimensioni non da poco. Che segugi!



Mentre si scatta qualche foto, NicNac segue Xò che arma la grotta.
Pochi salti ma in mezzo a grossi blocchi e depositi di fango stratificati, che ci conducono ad un meandrino in discesa.



Il meandro presenta verso la sua fine, un'ansa un pò più larga dove il gruppo di chi arma e quelli che fanno foto, si ricongiungo.
Si aspetta un bel pò mentre si cerca di montare l'ultima corda, gli attacchi infatti non ci ispirano fiducia!
Prima di raggiungere l'ultimo pozzetto, si deve affrontare un'arrampicatina tra le strette pareti della galleria, per evitare un deposito di fango restato incastrato a mezz'aria.
L'operazione è abbastanza "aerobica"... così, mentre un paio di noi cercano di salire qualcuno ne approfitta per la dovuta pausa pranzo.



Finito il pranzo un pò di moto è necessario!!!
Quindi, mentre le operazioni di armo procedono, la premiata ditta "Isamura", si mette in azione...



e in men che non si dica, voilà!
un bel muretto di fango a chiudere il passaggio...

NicNac e la Stokka decidono finalmente di allestire un armo provvisorio perscendere il pozzetto...anche perchè scesi si accorgono le la grotta finisce praticamente dopo due passi...
Quindi risalgono, un pò sconfortati, un pò divertiti, fino al muro proprio per loro costruito...

Ma il bello deve ancora venire... ora tocca all'intrepido Nemo, che ha risparmiato le energie per tutto il giorno.
tocca alui arrampicarsi e dare un'occhiata alla porzione terminale della grotta... quindi con rapido scatto e agili movenze, affronta l'arrampicata e....

e resta per circa un'ora bloccato!!!
Gli amici servono nel momento del bisogno, e a questo comandamento non scritto, noi sottostiamo... e quindi, mentre Nemo è nelle più atroci sofferenze, bloccato in questa strettoia in salita, sporco di fango... decidiamo di aiutarlo...




E' un aiuto spontaneo! un aiuto così vigoroso che tra le pallate di fango c'è chi giura di aver udito un fil di voce, sussurrare..."vi odio tutti"...
Il filmato non è molto bello... per altro è stato necessario coprire con suoni opportuni, alcune vive espressioni di dolore... ma credo che renda!



Tra le spire del meandro, tra le fauci di madre Terra c'è anche chi è certo di aver sentito "Domani metto un annuncio... vendesi attrezzatura speleo!"
Il buon Nemo...

Comunque affrontata questa difficoltà, ci si appresta all'uscita.
In tre schizziamo via, mentre Nemo e Xò restano pi dietro a disarmare... un disarmo che filmato potrebbe sembre uno spezzone di Paura e delirio a Las Vegas.. sta di fatto che fuori, al gelo, si aspetta più di un ora... l'arrivo di uno straccio d'uomo che sporco di fango si butta a terra...

Partecipanti: Stokka, NicNac, Xò, Nemo e MarcoV
Post, foto e video di MarcoV

1 commento:

roberto ha detto...

Ma il fango nell'ombelico come ci sarà finito???? O.o

Nemo